Palazzo Angelini

Ala di Trento 

Vendita

Commerciale/direzionale/residenziale

Esterno 1

Esterno 1

Esterno 2

Esterno 2

Esterno 3

Esterno 3

Interno 1

Interno 1

Interno 2

Interno 2

Interno 3

Interno 3

Interno 4

Interno 4

Interno 5

Interno 5

Palazzo Angelini rappresenta ancora oggi le vestigia di un passato ricco di fascino e di significati storici legati in particolare all'epoca dei velluti, quando Ala assunse al titolo di vera e propria "città". 

La struttura attuale di Palazzo Angelini risale al '600 anche se il nucleo originario risale al XV secolo quando la struttura formava un unico complesso abitativo con l'adiacente palazzo De Gresti e l'edificio fronteggiante, ornato dalla settecentesca fontana del Mosè.

Il palazzo si trova nell'attuale Piazzetta Cantore (ex piazza del Mosè) un tempo "Carrubio" che significa quadrivio, incrocio. Il magnifico portale è per mole e per interesse artistico uno dei più grandi portali a livello nazionale e il più grande del Trentino. 

 

 

Il palazzo era tutt'uno con palazzo Gresti e tramite un ponte d'aggancio in pietra e in legno, era accorpato a palazzo Wagmaister. Nel 1600 per questioni di eredità il palazzo venne diviso in tre palazzi e venne costruito il grande portale. L'ala destra era una torre, infatti la via veniva chiamata "Portera de la tor". 
La pavimentazione è a sistema di piastre d'Istria tipica pavimentazione veneziana. 
La facciata è a tre piani di cui due logge (veneziane) con arcate a finestre decorate da ornamenti, fregi e mascheroni. Si notano i MODIGLIONI di pietra sottogronda. Appena entrati vi è un piccolo atrio dove si rivela una verità di stili tra portico, finestre e porte. Dall'atrio si accede allo scalone. 
I soffitti, le logge, alcune sale e le inquadrature delle porte e delle finestre sono ornati di stucchi settecenteschi. Al piano primo vi è una sala con un camino settecentesco di marmo rosso; le pareti sono abbellite con ornamenti e tele settecentesche. Al piano secondo c'è una sala con pareti ricoperte da tappezzerie francesi in bianco e nero dette GRISAILLES (erano gli stampi per i vellutai) in parte stampate ed in parte completate a mano con il pennello (scene di corse con i cavalli).

All'interno del palazzo c'è un altro cortile con una grande fontana barocca con mascherone, una facciata con tre ordini di arcate in stile settecentesco ed un grande scalone barocco.

Al primo piano vi è il piano nobile, da destinarsi ad uso commerciale/direzionale/residenziale, ed è composto da un'unica unità, indipendente, per una superficie commerciale di 430,00 mq: è dotato inoltre di un cortile di mq. 128,75, ad uso comune e di uno esclusivo di mq. 175,00. In seguito ai recenti lavori di recupero e restauro, il palazzo è provvisto di impianti elettrici e meccanici rispondenti alle normative vigenti.


 

Piano terra

Piano terra

Piano primo

Piano primo

Richiesta informazioni Tel. 049/8933256.